Legno ulivo pieno di muschio giallo

Discussione sui trattamenti, sui prodotti e sulle epoche
maxforza
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:13

Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da maxforza » giovedì 16 marzo 2017, 18:04

Salve una piccola pianta di ulivo, alla quale ho pulito il tronco stamattina, perchè era pieno di getti, ho notato che era tutta piena di una sorta di muschio giallino.
ho fatto alcune foto.

Immagine

Immagine

Immagine

E' una malattia? Si può curare?
Cosa debbo passare? non vorrei che morisse, è bassa e mi piace molto vicino alla porta di casa.

vignaiolo
Messaggi: 188
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da vignaiolo » giovedì 16 marzo 2017, 18:26

E' un attacco acuto (debbo dire) di muschi, sicuramente favorito dalle scarse potature precedenti e da forte umidità.
Il muschio, di per sè, non è dannoso. Causa problemi indiretti alla pianta ospite perché può ospitare a sua volta diversi parassiti.
Muschi e licheni instaurano un rapporto simbiotico con le piante, non sono parassiti. I licheni utilizzano il tronco di alberi come supporto su cui vivere, senza succhiarne la linfa ne’ danneggiare la corteccia.
Tuttavia diventano dannosi per la pianta solo quando prosperano eccessivamente e il loro sviluppo tende a soffocare la pianta colonizzata. I licheni possono ricoprire interamente un tronco e dei rami causando sofferenza e lento deperimento della parte colonizzata: i rami più esili, colpiti dai licheni, tendono a seccare.

Il metodo più efficace per rimuovere muschi e licheni l’utilizzo di prodotti fungicidi a base di rame.
Quindi potresti utilizzare la poltiglia bordolese (rame e calce), che ripeto è consentita anche in agricoltura biologica.
Evita di rimuovere meccanicamente muschi e licheni. Oltre a recare una sofferenza alla pianta, favorisci la dispersione delle spore che determinano un ulteriore sviluppo e diffusione di queste piante.

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 290
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da Emilio » giovedì 16 marzo 2017, 18:39

Vignaiolo ha detto tutto giusto.
Spruzza un pò di poltiglia, anche se questa operazione andrebbe fatta prima (in autunno ed a febbraio).

I licheni sono importanti indicatori ambientale (bioindicatori), infatti sono molto sensibile ad alcune sostanze inquinanti come l’anidride solforosa. Tendono a scomparire in presenza di inquinamento atmosferico, mentre prosperano solo in presenza di un ambiente relativamente sano.
A causa della sensibilità dei licheni, negli ultimi anni, con il crescere dell’inquinamento, stiamo assistendo a una progressiva riduzione delle specie di licheni.
Il cosiddetto “deserto lichenico” rappresenta una condizione drammatica da un punto di vista ambientale perché è indice di una cattiva qualità dell’aria.

maxforza
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:13

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da maxforza » domenica 25 febbraio 2018, 18:04

si sta ripresentando lo stesso problema dell'anno scorso con il muschio giallo sulle piante.
ancora è poco sviluppato, che faccio?
non ho dato rame in autunno lo do ora?

vignaiolo
Messaggi: 188
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da vignaiolo » martedì 27 febbraio 2018, 19:24

lo puoi dare, farà poco effetto sul muschio già formato, ma eviterà lo sviluppo su tutta la pianta.

ANGELO.P
Messaggi: 4
Iscritto il: martedì 13 marzo 2018, 21:35

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da ANGELO.P » mercoledì 14 marzo 2018, 21:43

Collegandomi alla discussione ..io uso sul tronco al posto del rame il solfato di ferro con grassello di calce
Con percentuale variabile dalla 2 al 4% da spennellare o dare con pompa a mano

vignaiolo
Messaggi: 188
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da vignaiolo » giovedì 15 marzo 2018, 18:37

il solfato di ferro e calce io sapevo che veniva utilizzato ai primi sintomi di disseccamento di rami degli ulivi, ma non sapevo che veniva utilizzato anche per combattere il muschio.

ANGELO.P
Messaggi: 4
Iscritto il: martedì 13 marzo 2018, 21:35

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da ANGELO.P » venerdì 16 marzo 2018, 16:08

Sì il solfato di ferro e proprio indicato specificatamente per muschi e licheni in caso di forte colonizzazione della pianta si arriva a seconda della marca del solfato di ferro a dosi di 3 kg + 2 di calce idrata x 10 litri di acqua da spennellare sul tronco o sui rami colpiti ( nn sulle foglie )

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 290
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da Emilio » venerdì 16 marzo 2018, 16:37

non lo sapevo nemmeno io che il solfaro di ferro si usasse per il muschi.
Io uso solo il solfato di rame con la pompa oppure anche col pennello.
Che marca usi?
Una diluizione del 30% mi sembra veramente eccessiva.

ANGELO.P
Messaggi: 4
Iscritto il: martedì 13 marzo 2018, 21:35

Re: Legno ulivo pieno di muschio giallo

Messaggio da ANGELO.P » domenica 18 marzo 2018, 13:55

ciao questo sono le dosi per : la marca scudo
elimina muschi e licheni sui tronchi di qualsiasi albero da frutta o da giardino . A tal scopo si spennella la soluzione composta da una miscela di
SCUDO (3 Kg) più calce idrata (2 Kg) più acqua (10 L)

io uso del comune solfato di ferro pentaidrato in soluzione al 5 % + grassello di calce al 5%
preparo come per la bordolese il ferro con 80% dell'acqua miscelo bene a parte preparo la calce col 20% di acqua miscelo e poi piano piano la unisco
alla soluzione di ferro poi la puoi spennellare o dare a pompa solo sui tronchi non sulle foglie .
questa soluzione e' ottima oltre che per il muschio anche per disinfetare i tronchi ( es quando eseguite degli innesti ) e usata all 1% e ottima per disinfettare anche gli atrezzi che usiamo per potare

P.s.
non sono un tecnico ho solo cercato ( e cerco) di migliorarmi confrontandomi e chiedendo sempre ai piu esperti e poi mettendo in pratica e verificando se efettivamente sono validi

Rispondi