quale concime per fragole? - Vitadicampagna.it

quale concime per fragole?

Discussioni sui tipi e le epoche di concimazione e sui vari concimi
neoagricolo
Messaggi: 38
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2016, 13:22

quale concime per fragole?

Messaggio da neoagricolo » domenica 12 marzo 2017, 19:10

Salve mia moglie ha una decina di piante di fragole comprate l'anno scorso. Hanno superato il periodo invernale, perchè le ha messe dentro.
Ora però con l'arrivo della primavera, volevo sapere come farle risvegliare un pò, in quanto hanno un pò di foglie secche e nei vasi poco terriccio.
Che concime posso mettere?


vignaiolo
Messaggi: 248
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da vignaiolo » domenica 12 marzo 2017, 19:57

Visto che saranno in vaso (mi par di capire) ti conviene cambiare terreno. Mi spego, espianta le tue piantine e riempi i vasi con del terriccio nuovo e ripianta le piantine nel nuovo terriccio. Questo è quello che ti consiglio di fare in questo periodo, fra poco dovrebbero riprendere a vegetare.
Dopodichè le fragole non vogliono tanto concime in una volta ma poco alla volta.

- Alla ripresa dovresti dare un pò di azoto a pronta cessione, e poi in fioritura un ternario NPK + micro con più fosforo e potassio e meno azoto.
È importante comunque evitare carenze di azoto anche a fine ciclo, in autunno, poiché è nel periodo che precede i mesi più freddi che le piante di fragola immagazzinano questo importante elemento nelle radici, per poi renderlo prontamente utilizzabile e dare il via alla ripresa vegetativa.
- Il fosforo è fondamentale per la fioritura, la formazione e la maturazione dei frutti oltre che per la salute delle radici. il maggior fabbisogno nella fragola si ha nel periodo tra la fioritura e lo sviluppo dei frutti.
- Ancora più del fosforo è il potassio che influisce sulla qualità del raccolto, incidendo su colore, sapore e consistenza della polpa, oltre a rendere la pianta più forte nei confronti degli stress ambientali. Il maggior fabbisogno di potassio è durante la fase di maturazione dei frutti.
Altri nutrienti importanti sono il calcio e il magnesio (utili soprattutto in fase di fioritura e accrescimento delle fragole) e, in misura minore, il ferro, lo zinco e il rame (i cosiddetti microelementi).

Una domanda sono rifiorenti oppure unifere?
Hai detto che sono state comprate l'anno scorso, quindi quest'anno dovresti avere una buona produzione.
Hanno cacciato stoloni?

Piccola nota personale.
Io ogni anno cambio il substrato delle mie piantine di fragole in fioriera, ma non utilizzo terriccio comprato, ma bensì letame maturo, e non ti dico che vegetazione e che fragole. Utilizzando lo stallatico maturo, poi le richieste di concimi chimici sono minime. Ne basta realmente poco, giusto un paio di volte utilizzo un concime liquido che do quando irrigo.
Ultimo consiglio, evita ristagni idrici e dai poca acqua ma spesso.

neoagricolo
Messaggi: 38
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2016, 13:22

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da neoagricolo » domenica 12 marzo 2017, 20:08

grazie vignaiolo, farò come dici tu, comprerò del terriccio e trapianterò le fragole per ora e poi cercherò di seguire i tuoi consigli.
Gli stoloni si li hanno fatti, ma mia moglie li ha tagliati tutti.
Che significa unifere o rifiorenti?? :oops:

Fulviog
Messaggi: 68
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2017, 7:11

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da Fulviog » domenica 12 marzo 2017, 20:29

Da amatore e divoratore di fragole ti rispondo io.
Per ora come detto da vignaiolo cambia substrato e togli le foglie secche. Un pò di concime lo metterei comunque assieme al terriccio nuovo.

Per quanto riguarda la tua ultima domanda....
Le fragole si dividono, a seconda della durata della loro fioritura, in 3 tipologie.

- fragole unifere;
- fragole rifiorenti;
- fragole fotoindifferenti (o day neutral).

Appartengono al gruppo delle fragole unifere (brevidiurne) tutte quelle varietà di fragole che fioriscono in abbondanza in primavera facendo sbocciare i loro fiori se il periodo di luce è inferiore alle 12 ore. Questo tipo di fragole concentrano tutta la loro abbondante produzione soltanto nel periodo primaverile (tutta la produzione sarà concentrata in due o tre settimane al massimo). Naturalmente la temperatura deve essere mite e adatta alla loro crescita. Per me sono le migliori qualitativamente. Le fragole unifere le puoi coltivare per 3-4 anni.

Le fragole del gruppo delle rifiorenti (o longidiurne) differenziano i fiori con un periodo di luce superiore alle 14 ore e quindi producono dalla primavera inoltrata sino all’autunno. Addirittura in luoghi dove l’inverno è mite riescono a produrre qualche frutto anche in inverno.
Questo tipo di fragole come sapore e consistenza è inferiore a quello delle varietà unifere. Queste varietà è consigliabile sostituirle dopo 1-2 anni.

Il terzo gruppo è costituito dalle fragole fotoindifferenti che fruttificano anche se la luminosità non è intensa a patto che la temperatura non scenda sotto i 10-11 gradi. Sono varietà particolarmente adatte ad essere forzate i serra o tunnel durante il periodo invernale quando la luminosità è scarsa. E’ possibile anche coltivarne qualche pianta in casa ponendo il vaso vicino a una finestra molto luminosa.

Tua moglie ha fatto male a tagliare gli stoloni, quelle messe a contatto con del terriccio radicano e sono nuove piantine.

neoagricolo
Messaggi: 38
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2016, 13:22

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da neoagricolo » lunedì 13 marzo 2017, 14:14

Allora credo siano rifiorenti....

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 359
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da Emilio » lunedì 13 marzo 2017, 17:54

Quest'anno quando vedi che le piante buttano gli stoloni, mettile a contatto con del terriccio, magari conficcandoli nel terreno dei vasetti con dei ferri a U.
Vedrai che butteranno le radici..... ed ecco le nuove piante per l'anno prossimo.

neoagricolo
Messaggi: 38
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2016, 13:22

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da neoagricolo » giovedì 16 marzo 2017, 20:35

oggi ho reimpiantato le fragole nel terriccio nuovo e le ho ripulite dalle foglie secche.
Fra qualche settimana appena le radici si assestano mi hanno consigliato di dare un pò di azoto ammonico, per poi dare dell'NPK.
va bene secondo voi?

vignaiolo
Messaggi: 248
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da vignaiolo » venerdì 17 marzo 2017, 7:45

hai fatto bene a trapiantare nel terriccio nuovo e togliere il secco.
Hai anche diviso qualche ceppo? (di solito i ceppi monto grossi li puoi dividere così da ottenere due o più piante da una sola, così che si sviluppino meglio).
Appena vedi che sono attecchite (fra una settimana già si capisce) dai dell'azoto.
hai anche cambiato i vasi, rinvasando le piante in vasi più grandi?

Fulviog
Messaggi: 68
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2017, 7:11

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da Fulviog » sabato 18 marzo 2017, 9:35

Hai fatto bene a cambiare terriccio (sicuramente hai comprato della torba in sacchi in un garden center).
io avrei mescolato del concime nel terriccio, ma comunque puoi anche darlo tra qualche giorno, non succede niente.
Se non hai ancora acquistato il concime, io ti suggerirei di usare il Compo concime per fragole. Io lo uso da parecchio tempo ed ho ottimi risultati.
Mettine pochi grammi nei vasi e segui le istruzioni ed i dosaggi sulla confezione.
Poi trovi tanti altri concimi per fragole e frutti di bosco sul mercato, anche biologici, come il lupino macinato, che ho sentito dire funzioni abbastanza bene per le fragole, ma non ho mai provato.
Per raggiungere buoni livelli produttivi, comunque devi irrigare frequentemente soprattutto durante l’emissione dei frutti, ma evitare ristagni idrici.

neoagricolo
Messaggi: 38
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2016, 13:22

Re: quale concime per fragole?

Messaggio da neoagricolo » lunedì 25 marzo 2019, 8:15

ragazzi buongiorno.
ho poche piante di fragole che stanno proprio ora fruttificando.
posso dare dell'azoto oppure rischio di bruciarle.
l'anno scorso mi è successo con alcune piante.


Rispondi
cron