Malattia castagno - Vitadicampagna.it

Malattia castagno

Discussione sulle varie coltivazioni arboree. Alberi da frutto, tecniche colturali ed eventuali malattie.
Fede.car
Messaggi: 29
Iscritto il: sabato 4 febbraio 2017, 20:46

Malattia castagno

Messaggio da Fede.car » sabato 4 febbraio 2017, 20:52

Salve a tutti son nuovodel forum.
Hodei castagni,piante vecchie, che alcune sono seccate nel giro di due anni ed altre sono cominciate a seccare.
Cosa puó essere ed eventualmente che cure posso utilizzare?
grazie


vignaiolo
Messaggi: 262
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Malattia castagno

Messaggio da vignaiolo » sabato 4 febbraio 2017, 21:02

Ciao e ben arrivato su queste pagine.
Da quello che dici potrebbero essere tante cose: cancro della corteccia (il cancro corticale), cinipide galligeno del castagno, mal dell'inchiostro ecc. ecc.
Servirebbe qualche foto e qualche informazione più precisa.
Fede.car ha scritto:Salve a tutti son nuovodel forum.
Hodei castagni,piante vecchie, che alcune sono seccate nel giro di due anni ed altre sono cominciate a seccare.
Cosa puó essere ed eventualmente che cure posso utilizzare?
grazie
Ma una curiosità, rileggi ogni tanto quello che hai scritto e come lo hai scritto?

Fede.car
Messaggi: 29
Iscritto il: sabato 4 febbraio 2017, 20:46

Re: Malattia castagno

Messaggio da Fede.car » sabato 4 febbraio 2017, 21:57

Si scusate ho postato velocemente col cellulare e non ho riletto.
Comunque domani faró qualche foto e la inseriró

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 366
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: Malattia castagno

Messaggio da Emilio » domenica 5 febbraio 2017, 10:01

ciao e benvenuto sul forum anche da parte mia.
Come detto da vignaiolo, le cause del disseccamento possono essere tante, quindi aspettiamo qualche foto.

Fede.car
Messaggi: 29
Iscritto il: sabato 4 febbraio 2017, 20:46

Re: Malattia castagno

Messaggio da Fede.car » domenica 5 febbraio 2017, 10:17

ecco delle foto

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

ho 4 ceppi di castagni di cui uno totalmente secco anche i getti giovani.

vignaiolo
Messaggi: 262
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Malattia castagno

Messaggio da vignaiolo » domenica 5 febbraio 2017, 12:30

Ho visto dei cancri rameari nelle prime tre immagini (cancro della corteccia), mentre nelle ultime due mi sembra mal dell'inchiostro.
Devi stare attento quando effettui potature o tagli su legno verde.
Ti consiglio di fare lavaggi con un rameico e calce oppure con un antifungino, dovresti arginare la cosa e prevenire problemi su polloni non ancora toccati.
Controlla, appena, riconpaiono le foglie nuove se vedi dei rigonfiamenti rossicci (galle), sul peduncolo delle foglie.
Se le vedi significa che hai anche fenomeni di attacco da cinipide galligeno del castagno, (volgarmente detto vespa del castagno) che é un animaletto piccolo ma catastrofico. Nel qual caso devi cominciare anche a somministrare un antiparassitario.

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 366
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: Malattia castagno

Messaggio da Emilio » domenica 5 febbraio 2017, 18:07

Vignaiolo credo abbia sintetizzato benissimo il problema.
Tuttavia una disanima più approfondita credo sia d'obbligo.

Il cancro corticale è una malattia necrotica degli organi legnosi del castagno, causata dal un fungo (Cryphonectria parasitica). E' un patogeno da ferita.
I sintomi si manifestano sulle branche, sui rami e sul fusto. Ne consegue che i punti sulla pianta dove la malattia si manifesta con la maggior frequenza sono le aree sottoposte a ferite o microferite, le cicatrici in corrispondenza di rami spezzati o tagliati, la base delle piante ed anche le ferite da innesto sulle giovani piante da frutto e quelle di potatura su piante di maggiori dimensioni.
Inizialmente si notano aree rosso mattone con margine irregolare in corrispondenza delle quali la corteccia fino al legno viene uccisa dal fungo. Le aree necrotiche tendono ad allargarsi longitudinalmente e trasversalmente fino a circondare completamente l'organo colpito che dissecca e muore nella parte distale.

Il Mal dell’inchiostro è una malattia provocata dal patogeno Phythophthora cambivora. Sempre un fungo. La patologia in questione si sviluppa molto facilmente in terreni argillosi dove vi sono ristagni idrici. Per questo sono da evitare i ristagni d’acqua alla base del colletto delle piante.
Questa patologia che colpisce prevalentemente il castagno e il noce sta divenendo sempre più rara grazie alle preziose informazioni che si sono avute negli anni sulle buone pratiche agronomiche.
I danni sono visibili dalle macchie necrotiche. Queste macchie compaiono alla base del fusto della pianta la corteccia si fessura scoprendo le parti sottostanti del legno. Dalle parti colpite della pianta fuoriesce un particolare fluido gommoso che emana un odore simile all’inchiostro.
L’infezione si diffonde anche sui polloni e sulle radici delle piante colpite.
La malattia si manifesta in due forme:
Quella rapida che porta all’essiccamento dell’intera pianta.
Quella lenta che inizia a manifestare i sintomi su scritti, ma non porta ad una veloce morte della pianta. I questo caso, che credo sia il tuo, puoi ancora intervenire con un antifungino già a partire dalla prossima primavera.
I metodi di difesa chimica contro il Mal dell’inchiostro prevedono l’uso di poltiglia bordolese da utilizzare nelle fasi della potatura. Bisogna altresì tenere pulito il terreno effettuando la raccolta di eventuali frutti caduti di foglie e di rametti che dovranno essere possibilmente bruciati.
Le potature dovranno ancora una volta essere protetti con prodotti come rame e calce.
Infine il patogeno è molto longevo e riesce a resistere anche più di cinque anni nel terreno prima di scomparire.Quindi se tu volessi reimpiantare devi tener conto di questo fatto e attendere come soglia di sicurezza almeno otto anni prima di ripiantare castagni.


Infine la vespa del castagno o cinipide galligeno (Dalle foto che hai postato non credo si possa parlare di questo, ma è molto difficile dirlo).
Gli attacchi di questo fitofago possono determinare forti danni, con perdite rilevanti non solo per quanto riguarda la produzione di frutti, ma anche con riferimento agli accrescimenti legnosi.
I sintomi di attacco te li ha spiegati benissimo e con poche parole vignaiolo, quindi controlla al risveglio vegetativo se si vedono galle inizialmente verdi che poi tendono a virare verso il rosso.
In questo caso vorrei ricordare che il Cinipide del castagno è soggetto a Lotta Obbligatoria in base al Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 e, nel caso in cui si rilevi la presenza di attacchi in castagneti da frutto o cedui, è necessario informare il Servizio Fitosanitario.

Fede.car
Messaggi: 29
Iscritto il: sabato 4 febbraio 2017, 20:46

Malattia castagno

Messaggio da Fede.car » lunedì 6 febbraio 2017, 10:16

Ok grazie penso di aver capito il problema.
Quindi mi conviene potare il castagno togliendo dove possibile i rami interessati e dare del rame, per poi controllare se ci sono altri problemi con il cinipide.

per le epoche di potatura andare qui viewtopic.php?f=5&p=119#p119
Ultima modifica di Emilio il lunedì 6 febbraio 2017, 11:52, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Risposta spezzata in due discussioni in quanto inerenti a due operazioni differenti

vignaiolo
Messaggi: 262
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Malattia castagno

Messaggio da vignaiolo » mercoledì 1 marzo 2017, 19:05

Per i trattamenti andare qui

viewtopic.php?f=7&t=58
Ultima modifica di vignaiolo il mercoledì 1 marzo 2017, 19:06, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Messaggio spostato. Creata altra discussione in altra categoria

maxmax
Messaggi: 1
Iscritto il: martedì 14 luglio 2020, 8:32

Re: Malattia castagno

Messaggio da maxmax » martedì 14 luglio 2020, 9:00

Ciao a tutti, anche io ho un castagno che da circa 20 giorni ha le foglie ingiallite e cadono, allego alcune foto. Ringrazio anticipatamente chi potrà aiutarmi a capire di cosa si tratta.

https://freeimage.host/i/dFlSUX
https://freeimage.host/i/dFlgJn
https://freeimage.host/i/dFl8lt
https://freeimage.host/i/dFlvfI
https://freeimage.host/i/dFlrRs
https://freeimage.host/i/dFl4OG


Rispondi