Trinciare o zappare/fresare?

Discussioni sui metodi ed i tempi per l'aratura del terreno
Rispondi
Fulviog
Messaggi: 36
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2017, 7:11

Trinciare o zappare/fresare?

Messaggio da Fulviog » mercoledì 8 marzo 2017, 21:49

Un professore di agraria mi ha detto che sarebbe meglio non fresare tra gli ulivi e tra i filari del vigneto, ma semmai trinciare l'erba.
Sostiene che gli impianti moderni hanno ormai abbandonato questa pratica perché fresando si impoverisce il terreno, si perdono in poco tempo tutti gli apporti nutritivi dati dalle erbacce che non fanno in tempo a macerare e liberare sostanze nel terreno. In più la parte superficiale di erba serve a mantenere l'umidità e a non dissecare il terreno.
Fresando poi si crea uno zoccolo impermeabile nel terreno.
Io ho sempre saputo che lo strato di erba superficiale è anche un focolaio di patogeni come i funghi, la peronospora ecc.
Voi che ne pensate?

vignaiolo
Messaggi: 141
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Trinciare o zappare/fresare?

Messaggio da vignaiolo » giovedì 9 marzo 2017, 7:16

Dove si fresa di continuo la suola si forma sicuramente tra i 15 e i 20 cm di profondità (specie se usi un mtc) e l'acqua ristagna in superficie.
Forse non fresare e sfalciare solo è meglio, le radici dell'erba e il tappeto ché copre la superficie mitiga la formazione della lastra e poi sfalciare credo costi meno che fresare.
Credo che sia meglio tenere il campo leggermente inerbito in estate, in tal modo, si evita l'assolazione diretta della terra.
L'ideale per me sarebbe arare in profondità almeno ogni due anni prima delle piogge così da dar modo al suolo di immagazzinare acqua, mentre in estate un leggero inerbimento potrebbe contribuire a mantenere più fresco il suolo.

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 211
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: Trinciare o zappare/fresare?

Messaggio da Emilio » domenica 12 marzo 2017, 12:47

per come la penso io.... non conviene zappare ogni anno, e quando si zappa non si dovrebbe sempre zappare con lo stesso attrezzo (così da non creare la suola).
Certo un aratro scava in profondità e quindi è da preferire.
Tuttavia anche le continue arature secondo me sono da evitare, in quanto se nell'immediato danno la sensazione di maggiore fertilità, dall'altro il terreno comunque credo si impoverisca più velocemente.
Quindi bisognerebbe sempre interrare materiale organico e letame, oppure coltivare piante da sovescio.
Poi la vecchia pratica del maggese sicuramente andrebbe rivalutata.

vignaiolo
Messaggi: 141
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2017, 18:33

Re: Trinciare o zappare/fresare?

Messaggio da vignaiolo » domenica 12 marzo 2017, 20:02

col maggese però perdi un anno di coltivazione....

Avatar utente
Emilio
Amministratore
Messaggi: 211
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2016, 18:39

Re: Trinciare o zappare/fresare?

Messaggio da Emilio » mercoledì 15 marzo 2017, 15:04

Si ma dai il tempo al terreno di rigenerarsi, e se fai il sovescio, l'anno prima, dai la possibilità alle piante da sovescio, di decomporsi completamente e cedere tutte le sostanze nutritive e la parte organica al terreno

Rispondi